Spesso gli ambienti scolastici devono fare i conti con livelli di CO2 eccessivi

Per garantire una distribuzione ottimale dell’aria di mandata nell’ambiente senza ulteriori canalizzazioni sono disponibili ugelli a lunga gittata. I sensori di CO2 garantiscono la regolazione in base al fabbisogno. Inoltre, l’apparecchio CFL Edu può essere controllato tramite il sistema di regolazione WOLF WRS-K con accesso remoto (LAN, WLAN, LTE).
 

Grazie ai moduli di interfaccia con il sistema di gestione centralizzata dell’edificio, se necessario l’unità si può collegare al sistema di gestione energetica centrale.

Richiedi maggiori informazioni

Siete interessati ai nostri prodotti e desiderate una consulenza specifica per la vostra esigenza?

Tutti i vantaggi in breve

WOLF cfl edu mit Luftstrom

  • Unità di ventilazione decentralizzata per edifici scolastici con recupero di calore e bypass di serie
  • Possibilità di montaggio a soffitto o in un vano tecnico al suo interno
  • Batteria di riscaldamento supplementare opzionale 
WOLF cfl edu offen

  • Soddisfa i requisiti di ventilazione per gli edifici scolastici (DIN EN 16798-1)
  • Massima silenziosità < 35 dB(A)
  • Peso ridotto grazie all’alluminio
  • Ventilatori EC a basso consumo 
WOLF cfl edu aufgeklappt

  • Filtri di alta qualità di classe ePM1>50% con funzione di monitoraggio
  • Riciclabile perché realizzato in alluminio puro al 100% e carta riciclata
  • Facile da usare

Ulteriori informazioni essenziali:

    • Attivi per i vostri clienti 7 giorni su 7: 
      Una rete capillare di tecnici specializzati altamente qualificati e collaboratori interni competenti, al vostro servizio tutti i giorni della settimana. Il nostro servizio di assistenza contribuisce alla vostra attività in modo rapido e affidabile. 

    • Esegui ora la manutenzione: 
      Mai come oggi gli interventi di assistenza sugli apparecchi di ventilazione e climatizzazione sono importanti. Per garantire che gli impianti di trattamento aria siano sempre sani e igienici, soprattutto alla luce dell’attuale pandemia di Covid 19, si consiglia di sottoporli a una manutenzione tempestiva, che comprenda la pulizia e la sostituzione dei filtri.

      Maggiori informazioni

    • Date un’occhiata ai nostri video che illustrano in modo diretto e puntuale il funzionamento e l’installazione dei nostri prodotti e approfondite le vostre conoscenze.

      Guardate i video 

    • L’unità di trattamento aria ideale in pochi clic.

      • Progettazione rapida e completa dell’unità compatta o modulare in pochi clic
      • Compatibilità con i tablet per l’utilizzo in cantiere
      • Calcoli e documenti dettagliati: viste 3D, disegni in numerosi formati, schede tecniche, classi di etichettatura, prezzi indicativi
      • Accessibile direttamente dal portale myWolf per i nostri partner specializzati

      Provate subito il configuratore nel portale MyWOLF

      Siete già registrati in myWolf?

    • Il Building Information Modeling, in breve BIM, rivoluziona il mondo della progettazione: WOLF è già BIM-ready!

      Tutti i vantaggi del browser BIM in breve:

      • Pianificazione semplice e veloce con il configuratore rapido delle unità
      • Calcoli e impostazioni dell'impianto dal progetto al montaggio
      • Visualizzazione dell'impianto in formato 2D o 3D con tutti gli attacchi necessari
      • Tutti i prodotti WOLF sono disponibili come file compatibili con Revit

      Maggiori informazioni sul browser BIM

    • Difficoltà di accesso al luogo di installazione? WOLF ha la soluzione: il sistema Easy-Lifting, che semplifica notevolmente il trasporto all’interno dell’edificio e rende il montaggio delle unità funzionali più rapido e preciso. I nostri componenti più grandi, come scambiatori rotativi o a piastre, possono essere installati senza difficoltà all’interno o sul tetto di qualsiasi edificio.

      Il sistema Easy-Lifting fornisce anche un notevole contributo all’igiene delle unità di trattamento dell’aria WOLF. Grazie a una tecnologia di collegamento e trasporto ben congegnata, è possibile escludere quasi completamente le perdite dovute al montaggio di scambiatori di calore o moduli.

      Maggiori informazioni

    • L’interazione fra software e produzione consente
      un’elevata flessibilità nella configurazione degli apparecchi e allo stesso tempo una produzione
      efficiente, con tempi di consegna particolarmente ridotti.

    • Attualmente non ci sono prove di una possibile trasmissione dei virus, coronavirus compreso, attraverso gli impianti di trattamento dell’aria. Gli esperti concordano sul fatto che una buona ventilazione interna tenda piuttosto a ridurre il rischio di infezione. Oltre a un sistema tecnicamente sofisticato e alla sua corretta progettazione e installazione, i requisiti per un funzionamento sicuro e igienico sono soprattutto il funzionamento a regola d’arte e una manutenzione puntuale. Questi punti devono essere osservati scrupolosamente

    • Per stabilire se i filtri delle unità di trattamento dell’aria possono intercettare i coronavirus occorre innanzitutto considerare le dimensioni dei virus. A differenza dei batteri, che hanno dimensioni relativamente grandi (1-10 µm) e vengono quindi ben separati dai filtri per polveri sottili di classe ePM1, i virus sono molto più piccoli. Il coronavirus ha una dimensione di circa 0,16 µm. Normalmente, tuttavia, i virus sono sempre legati agli aerosol o alle particelle di polvere. La trasmissione avviene principalmente tramite infezione da goccioline. Le goccioline emesse dall’uomo hanno dimensioni comprese tra 0,5 e circa 15 µm. Sappiamo da altri virus che le goccioline grandi 1 µm possono contenere virus in numero sufficiente a causare un’infezione.

      I filtri classificati ePM1 separano particelle e aerosol, quindi anche goccioline, fino a 1 µm, a seconda del grado di separazione. Più alto è il grado di separazione, più gocce vengono separate e rimangono nel setto filtrante. Per questo motivo è necessario utilizzare sempre i dispositivi di protezione individuale (DPI) quando si sostituiscono i filtri durante gli interventi di manutenzione. Questo vale tuttavia indipendentemente dall’attuale pandemia di Covid-19, poiché solitamente non è possibile sapere quali sostanze abbiano contaminato un filtro.

    • Le raccomandazioni per l’impiego degli impianti di ventilazione e trattamento aria durante la pandemia di Covid 19 sono state pubblicate in una dichiarazione congiunta di BTGA (Bundesindustrieverband Technische Gebäudeausrüstung e.V.), FGK (Fachverband Gebäude-Klima e.V.) e RLT-Herstellerverband e.V. In sostanza, si consiglia di continuare ad aerare bene gli ambienti anche nella situazione attuale. L’umidità relativa dell’aria ambiente deve essere compresa tra il 30% e il 65% circa. Un’umidità insufficiente attacca le delicate mucose delle vie aeree superiori, rendendole più sensibili ai virus.

      Gli interventi di manutenzione devono essere eseguiti senza ritardi: fissate un appuntamento con il servizio di assistenza WOLF 

      tramite telefono al numero 02-5161641o
      e-mail all’indirizzo service-italia@wolf.eu